Definizione di care e care planning

Le I termini cura e «cura professionale» sono usati in utilizzato in vari modi. Come membro del Consiglio Internazionale degli Infermieri ICN sussega e supporta la SBK Definizione di cura professionale:

"L'assistenza professionale comprende l'assistenza e la cura indipendenti, da sole o in collaborazione con altri professionisti, di persone di tutte le età, di famiglie o comunità, nonché di gruppi e comunità sociali, malati o sani, in tutte le situazioni di vita (contesti). L'assistenza comprende la promozione della salute, la prevenzione delle malattie e la cura e la cura di malati, disabili e morenti. Altri compiti chiave dell'assistenza infermieristica sono la percezione degli interessi e dei bisogni (advocacy), la promozione di un ambiente sicuro, la ricerca, la partecipazione alla progettazione della politica sanitaria e alla gestione dell'assistenza sanitaria e dell'istruzione.

(Traduzione ufficiale della Definizione ICN di Infermieristica,riconosciuta dalle associazioni professionali di Germania, Austria e Svizzera) – https://www.sbk.ch/pflegethemen

La cura può essere vista, compresa e definita in modo diverso sotto molti aspetti. Naturalmente, ci sono standard per quasi tutto in questi giorni. Soprattutto nelle professioni infermieristiche, la tendenza è molto forte nella direzione di assegnare le azioni in infermieristica a uno standard.

Cura specifica Le diagnosi vengono ora effettuate per impostazione predefinita. Nel Giungla di definizioni e formulazioni diverse deve essere trova prima la tua strada. Ci sono diagnosi chiare e diagnosi molto poco chiare. Cosa è cambiato negli ultimi vent'anni? Gli anni della mia carriera sono cambiati? Cosa si è sviluppato? Dove il personale infermieristico può beneficiare e dove saranno nel Follia standard guidata?

Vorrei guardare indietro ai miei primi anni di lavoro. Nel 1996-1999 siamo stati tirocinanti come infermieri presso la scuola per infermieri. Molto valore è stato dato alla formulazione positiva dei problemi del paziente. Siamo stati esortati a mettere i problemi nel modo più specifico possibile in una formulazione positiva. Noi studenti infermieri siamo stati incoraggiati a riconoscere e formulare i problemi del paziente. Tuttavia, le nostre interpretazioni non dovrebbero essere incluse nella presentazione del problema. Perché dove vediamo un problema, non significa che anche il paziente veda i suoi problemi.

Ad esempio, se una persona dorme poco di notte, ciò non significa che sia un problema per la persona. Quando questo diventa un problema? Se il paziente stesso esprime che soffre di stanchezza costante perché non dorme abbastanza la notte? È utile prendere in consegna le parole dei pazienti nella registrazione del problema. Attraverso le domande giuste, possiamo catturare e delineare questo in una conversazione e con una buona osservazione. Secondo la nostra formulazione, possiamo consentire al paziente di partecipare attivamente alla definizione degli obiettivi e alla formulazione delle misure. Questo riguarda lui.

Chiediamo al paziente quali sono le sue idee. Dopo aver registrato i problemi esatti, possiamo creare le diagnosi infermieristiche nel catalogo NANDA e lavorare insieme al paziente sulla formulazione delle misure. Dopotutto, dipendiamo dalla partecipazione del paziente per raggiungere con successo gli obiettivi fissati per SMART. Vorrei condividere la mia impressione personale essendo dell'opinione che continuerò a utilizzare l'assistenza individuale e la pianificazione dell'assistenza individualizzata nonostante la standardizzazione e la diagnosi di cura.

Inoltre, vorrei ricordarvi direttamente la ricerca congiunta di risorse quando si trova un problema. Appartengono anche alla registrazione dei problemi e le risorse possono dirci molto bene una persona cognitivamente sana. Lascia che gli infermieri approfittino di questa opportunità e dia forma alla routine di cura quotidiana con i nostri pazienti ed eviti di pianificare intorno al paziente.

Il paziente lo ringrazierà con un aiuto attivo e l'uso delle sue risorse. Godremo molto di più della cura quotidiana e svilupperemo un pensiero costruttivo.